mercoledì 7 gennaio 2009

Il raviolo OGM (con Castelmagno)

e... venne lui




il raviolo OGM o meglio RGM Raviolo Geneticamente Modificato, diverso di forma, di dimensioni, insomma uno emarginato dai sui stessi fratelli, tutti saltati prima in acqua poi nella salsa di barbera, chi nel piatto e chi addirittura in una schiscetta (traduzione in calce) portata a casa da un ospite.
e lui.. niente!




Lasciato solo nel frigo soffriva, di solitudine credo e allora, il giorno dopo gli ho fatto una festa , hoops intendevo gli ho fatto LA festa..

E' così che nasce la ricetta di un raviolone nato da avanzi di ripieno con Castelmagno e ritagli di pasta.

Il raviolo OGM (con Castelmagno)



Ingredienti

Un raviolo OGM o RGM a testa, questo era di 13-14 cm di diametro (la ricetta è qui)
Una manciatina di funghi secchi (porcini s'intende)
Una spruzzatina di vino rosso
Prezzemolo
Aglio

Ho fatto trifolare i funghi con prezzemolo e aglio dopo averli fatti rinvenire in acqua tiepida.
Ci ho messo una spruzzatina di vino rosso prima di aggiungere un po' di brodo per cuocerli.

Frullato il tutto, questa diventa l'egregia compagnia del nostro Raviolone OGM emarginato da tutti i suoi pari. Il raviolo è passato nel burro appena fuso prima di accoppiarsi con la salsa ai porcini.



Bagnato con del barbera è andato giù che era un piacere.
Credo che questa sia una ricetta che può essere fatta anche da sola dal principio senza per forza dover avanzare qualcosa dai ravioloni.





La schiscetta

Etimologia
a Milano
A quanto pare schiscetta deriva dal verbo schisciare, cioè schiacciare, perché per chiudere il portavivande si deve premere il suo contenuto.Probabilmente anche perché tradizionalmente il suddetto contenuto -il buon cibo casereccio- era abbondante.

Nel resto d’Italia
La schiscetta è la gavetta, dal latino gabata cioè scodella.Ossia il recipiente di alluminio chiuso in uso per il rancio dei soldati.
Queste definizioni vengono da qui.


Nel mondo semplicemente doggy-bag.







8 commenti:

Vanessa ha detto...

la rivincita del raviolone geneticamente modificato ;-) e c'ha messo anche poco tempo per rvendicarsi.....ricetta molto veloce!!!!!

Virginia ha detto...

Un pazzo scatenato!!!!!!

Bruno ha detto...

Vanessa: si, è veloce se hai il raviolone già pronto altrimenti ci vuole un pochino a farli ma.. ne vale la pena.

Virgi: Sarà la salsedine residua o.. i ghiacci che ho trovato qui al mio ritorno. :-)?

Gunther ha detto...

molto divertente l'idea di questo ravioli OGM, mi piace molto

ines ha detto...

sei veramente bravo con il castelmagno. Questi ravioli saranno sicuramente squisiti. ciao

Bruno ha detto...

ciao Ines, non è questione di essere brravi ma qui (in Olanda) le cose buone sono rare e quindi preziose e vanno trattate moooolto bene. Ciao e grazie della visita.

Nene ha detto...

ahahhhaha :)
grande raviolone!
e grazie per l'etimologia di schiscetta!

Foodlookers ha detto...

Complimenti per il blog! Vogliamo invitarti a conoscere un nuovo modo di divulgare, condividere e cercare ricette on line. Viaggia fra le più belle immagini food italiane, in un portale da mangiare con gli occhi...

Abbiamo centinaia di foodbloggers fra i nostri utenti, il tuo blog è molto bello e potrebbe far parte del nostro socialfood!

Visita adesso http://www.foodlookers.it

Lo staff Foodlookers